Progettazione Sociale

 

Ben conscia delle attuali sfide, a livello locale ed internazionale, APS Social Domus ha da tempo intrapreso il percorso della progettazione, in particolare “sociale”.

La progettazione è un processo cognitivo e un’attività che si esprime in innumerevoli modi e che è presente in molteplici ambiti. La progettazione sociale, più precisamente, si configura come un processo che coinvolge gli attori locali coinvolti nel progetto e fa in modo che tutti condividano obiettivi ed azioni previsti, in un flusso costante di dialogo e scambio.

Il Terzo Settore deve oggi, più che mai, rispondere alle sfide socio-economiche del nostro tempo e della nostra realtà. Emerge, dunque, la necessità per il mondo del no profit di ricercare strumenti, risorse umane e fondi per dare il giusto valore alle proprie progettualità.

I termini “progetto” e “progettazione” sono sempre più ricorrenti nella vita delle organizzazioni che producono servizi: non si può progettare senza una metodologia. Nello specifico, la progettazione non è soltanto un metodo per la ripartizione di risorse, ma è anche uno strumento potente di promozione di coesione sociale e di interazione, favorendo “empowerment di comunità”. Diversi sono i progetti già presentati e le esperienze avviate, in progress o in attesa di esito, tra cui interventi di promozione sociale, formazione, inserimento lavorativo e sostegno alla micro-impresa, con particolare riferimento alle fasce di popolazione più debole, alla lotta all’emarginazione, al reinserimento, alla partecipazione e all’integrazione.

Numerose le partnerships ad oggi attivate. Per informazioni sui progetti attivati proporre nuove collaborazioni: [email protected]